Logo Scultura Muscolare

phone +39 3295452785

Chiamaci per informazioni

Melanomi

Melanomi

Il melanoma è un tumore della pelle, ha origine nei melanociti, cellule che contengono melanina.

Questa neoplasia costituisce il 4% dei tumori della pelle ma è responsabile dell’80% dei decessi per cancro della cute. Un paziente su cinque sviluppa la forma aggressiva e avanzata della malattia

Considerato fino a pochi anni fa una neoplasia rara, oggi è in crescita costante in tutto il mondo.

I più importanti fattori di rischio del melanoma sono i seguenti:
- storia familiare
- numerosi nei benigni
- nei atipici
- precedente melanoma

Ulteriori fattori di rischio includono:
- esposizione ai raggi UV artificiali
- sensibilità al sole (capelli biondi, occhi e pelle chiari)
- immunosoppressione

Il melanoma può insorgere su cute sana o su un neo melanocitico acquisito o congenito preesistente. Qualsiasi neo, con le caratteristiche di seguito riportate e riassunte nell’acronimo ABCDE, dovrebbe essere controllato da un medico specialista.

L’acronimo ABCDE sta per:

  • A – come Asimmetria
  • B – come Bordi irregolari e indistinti
  • C – come Colore variabile, che può comprendere sfumature bianche diverse all’interno del neo stesso
  • D – come Dimensione in aumento sia in larghezza che in spessore (diametro maggiore di 6 mm)
  • E – come Evoluzione, vale a dire cambiamento del neo nel tempo

La rimozione profilattica dei nei congeniti non è necessaria, se non nel caso di nei melanocitici giganti che siano ad alto rischio di trasformazione e per i quali sia consigliabile, quando possibile, la rimozione chirurgica in centri specializzati. La presenza di più di 100 nei melanocitici, o di più di 10 nei atipici, o di 50 nei di cui 5 atipici o con un diametro superiore ai 5 mm, è un importante fattore di rischio.

Diversi studi sulla correlazione tra intensa esposizione al sole e scottature durante l’infanzia e l’adolescenza hanno mostrato un rischio più elevato.

La terapia è essenzialmente chirurgica con prognosi benigna 90%, se la malattia è in fase iniziale; se la malattia è in stadio avanzato la prognosi diventa molto più severa con una percentuale di eradicazione  che decade al 20-40 % a seconda dello stadio clinico di avanzamento della neoplasia.

appoinmentRichiedi Informazioni

Accetto le condizioni della Privacy Policy *